Museu do cafè di Santos

Museu-do-Cafe

GEMELLAGGIO TRA MUMAC e MUSEU DO CAFE’ DI SANTOS

Il 6 maggio 2015 è stata inaugurata a Santos, nello stato di San Paolo in Brasile, la mostra “Design Espresso” realizzata presso il Museu do Cafè in collaborazione con MUMAC, il museo della macchina per caffè di Gruppo Cimbali.
Il Gruppo è stato rappresentato durante la cerimonia inaugurale da Reinaldo Bongiovanni direttore di Espresso Art, storico distributore de La Cimbali in Brasile.

L’esposizione ripercorre le trasformazioni tecnologiche ed estetiche che hanno visto protagoniste le macchine per caffè espresso dalla loro origine, all’inizio del XX secolo, fino al 1970 attraverso   cinque macchine della collezione MUMAC: Faema mod. President, Faema Prestige mod. P/4, Snider mod. Mare, Ausonia mod. 2000, Ducale mod. Duchessina e una serie di documenti provenienti dall’archivio storico del museo.
Inoltre, MUMAC ha donato alcuni libri sul design e alcuni cataloghi di macchine, che saranno esposti nel Centro di Conservazione, Ricerca e Riferimento (CPPR) del Museu do Café.

La mostra “Design Espresso” fa parte delle iniziative promosse nell’ambito della convenzione per il gemellaggio e la cooperazione siglata tra i due musei, grazie all’intermediazione dell’Associazione Brazil Planet. La convenzione prevede la valorizzazione del dialogo tra le diverse manifestazioni artistiche, culturali o popolari, che hanno il fine di preservare la memoria del caffè nella storia italiana e brasiliana e la promozione di attività di ricerca e preservazione del patrimonio culturale relativo alla produzione, al commercio e alla realizzazione del caffè.

Convite-Expo-Design-Espresso-443
Il gemellaggio con il Museu do cafè di Santos è per MUMAC il primo passo su scala internazionale di collaborazione intermuseale per la diffusione della cultura caffè.

La prossima attività nell’ambito del gemellaggio tra i due musei è prevista per l’inizio 2016: una mostra presso MUMAC relativa al tema dell’immigrazione italiana in Brasile nelle piantagioni di caffè.